Dom. Lug 14th, 2024

La segreteria Fials di L’Aquila ha recentemente incontrato il Direttore Generale della ASL 1 Abruzzo, Prof. Ferdinando Romano, per discutere del piano di rientro previsto dalla Legge Regionale n.9/2024. La riunione ha portato notizie positive per i lavoratori e gli utenti, confermando che non ci saranno tagli al personale né ai servizi. E’ quanto ricordano i vertici locali del sindacato delle autonomie locali e della sanità, ovvero Simone Tempesta, Salvatore Placidi e Marcello Ferretti.

Il piano di rientro, come delineato nell’articolo 2 della legge regionale, richiede alle ASL di sviluppare strategie dettagliate per garantire efficacia, efficienza e sostenibilità dei servizi sanitari. Durante l’incontro, il Direttore Generale ha rassicurato i rappresentanti sindacali sulla volontà di mantenere intatti i budget destinati al personale e ai servizi per l’utenza, un impegno che, secondo le prime indiscrezioni, è stato rispettato nel piano presentato alla Regione.

Il piano prevede una politica di risparmio sui costi interni per un totale di 10,1 milioni di euro, distribuiti come segue: razionalizzazione della spesa farmaceutica per 2,8 milioni di euro, riduzione dei costi per beni e servizi per 3,9 milioni di euro, accantonamenti vari per 1 milione di euro e riduzione dei costi esterni per 1,5 milioni di euro.

Le Sfide del Territorio Aquilano

La Fials di L’Aquila ha sottolineato le criticità specifiche della provincia, che rappresenta metà dell’Abruzzo per estensione e presenta gravi problemi di collegamento e difficoltà di accesso ai servizi e alle cure, a causa della sua natura montana. Inoltre, il finanziamento delle ASL abruzzesi avviene su base pro-capite, senza considerare le specificità territoriali, il che pone la Provincia dell’Aquila in una posizione svantaggiata a causa della sua bassa densità abitativa e vasta estensione territoriale.

La provincia dell’Aquila ospita tre DEA di primo livello, un ospedale di area disagiata, due PTA, un hospice, una REMS e 73 sedi di servizi territoriali, tra cui 24 postazioni del 118 e 29 sedi CUP. Questi numeri evidenziano la necessità di una maggiore quota del fondo sanitario destinato alla Provincia dell’Aquila.

Proposte per il Futuro

La Fials propone un processo di riorganizzazione e ottimizzazione delle risorse, con l’obiettivo di migliorare i servizi all’utenza attraverso investimenti nel capitale umano e nello sviluppo dell’informatizzazione e digitalizzazione dei servizi, inclusa la telemedicina. Fondamentale è anche il rafforzamento dell’integrazione ospedale-territorio, creando una sanità più vicina alle comunità attraverso reti di assistenza di prossimità, sviluppo di strutture come le case della comunità e potenziamento delle cure domiciliari.

Sul fronte del personale, è necessario un approccio moderno che incentivi migliori collaborazioni e condizioni di lavoro, promuovendo la partecipazione decisionale. Inoltre, è importante ridurre le esternalizzazioni di servizi fondamentali e attualizzare il piano regionale di prevenzione con obiettivi efficaci.

Stabilizzazione del Personale Precario

La stabilizzazione del personale precario è urgente, per evitare l’emorragia di professionisti verso altre Aziende Sanitarie, come la ASL di Teramo, che offrono contratti a tempo indeterminato più allettanti. Implementare completamente le opportunità offerte dal Contratto Nazionale è cruciale per valorizzare il personale, attraverso riconoscimenti economici e di carriera che non incidono sul budget complessivo.

La Fials insiste sulla necessità di definire un regolamento per i passaggi e le progressioni tra le aree, rivedere il sistema di valutazione del personale e attribuire i differenziali economici non assegnati nel 2023, ripartendo il fondo per la produttività dello stesso anno.

Infine, è indispensabile stilare un regolamento definitivo per la mobilità interna, per evitare trasferimenti senza criteri oggettivi.

La Fials di L’Aquila accoglie con favore il piano di rientro della ASL 1 Abruzzo, che evita tagli al personale e ai servizi, e invita a puntare su modernizzazione, digitalizzazione e valorizzazione del capitale umano per garantire una sanità efficiente e sostenibile per tutti.

Seguici anche su:

  • Gruppo Telegram: Concorsi in Sanità – LINK
  • Gruppo Telegram: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Telegram: Infermieri – LINK
  • Gruppo Telegram: Operatori Socio Saniari (OSS) – LINK
  • Gruppo Facebook: Concorsi in Sanittà – LINK
  • Pagina Facebook: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Facebook: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Facebook: Operatori Socio Sanitari – LINK
  • Gruppo Telegram: ECM Sanità – LINK
  • Gruppo Facebook: ECM Sanità – LINK

Per contatti:

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *