Dom. Lug 14th, 2024

Infermieristica: stipendi da fame e la preferenza per altri mestieri. Mastrillo: “i giovani preferiscono fare gli idraulici”.

Angelo Mastrillo, segretario della Conferenza Nazionale Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie, ha sollevato una preoccupazione cruciale: il basso stipendio degli infermieri scoraggia i giovani dall’intraprendere questa carriera. Durante il convegno “Professioni sanitarie: tempo di progettazione” organizzato da Opi Pordenone, Mastrillo ha spiegato come l’aspetto economico influenzi negativamente l’attrattività della professione infermieristica.

La Dura Realtà Economica

“Se devo fare tre anni di Infermieristica per uno stipendio di 1500 euro, no grazie. Vado piuttosto a fare l’idraulico: ne prendo 2mila e non studio tre anni.” Queste parole di Mastrillo riflettono una triste realtà: molti giovani preferiscono mestieri come quello dell’idraulico, dove gli stipendi sono più alti e non richiedono anni di studio.

Mastrillo sostiene che i ragazzi non siano disinteressati alla professione infermieristica per mancanza di passione, ma piuttosto per motivi economici. L’attrattiva della laurea in Infermieristica è diminuita proprio perché il ritorno economico non sembra giustificare l’investimento di tempo e risorse necessari.

La Disparità tra Domanda e Offerta

La preoccupazione di Mastrillo è evidente nella disparità tra domanda e offerta nel mercato del lavoro infermieristico. Nonostante un aumento dell’offerta formativa – con 20mila posti messi a bando lo scorso anno – il sistema continua a perdere un significativo numero di studenti durante il percorso di studi. Solo il 75% degli studenti iscritti arriva alla laurea, creando un gap che necessita di un aumento dell’offerta del 25% per compensare.

Strategie per Affrontare la Crisi

Mastrillo propone due possibili soluzioni per affrontare questa crisi:

  1. Aumentare l’Offerta Formativa: Mettere a bando 25mila posti se ne servono 20mila, considerando la percentuale di abbandono.
  2. Migliorare il Sistema Formativo e di Reclutamento: Implementare misure per evitare che gli studenti abbandonino il corso di studi durante i primi anni, orientando efficacemente gli studenti affinché facciano una scelta consapevole e definitiva.

Un dibattito accademico è già in corso per trovare modi efficaci di orientare gli studenti e ridurre il tasso di abbandono. L’obiettivo è assicurarsi che chi sceglie Infermieristica sia motivato a completare il corso, evitando che gli studenti passino ad altre professioni sanitarie dopo il primo anno.

La Laurea Magistrale e il Futuro della Professione

Mastrillo ha anche discusso l’importanza della Laurea Magistrale, soprattutto quella ad indirizzo management didattico-organizzativo, che attualmente soddisfa le esigenze del mercato del lavoro. Tuttavia, suggerisce che il management didattico organizzativo dovrebbe essere affiancato da una laurea magistrale disciplinare per offrire una formazione più completa.

Già esistono diversi indirizzi di laurea magistrale, come quello per l’infermiere di famiglia istituito all’Università di Trento. Questi indirizzi rappresentano un sistema ancora da costruire, ma potrebbero costituire il futuro della formazione infermieristica, fornendo specializzazioni necessarie per rispondere alle crescenti esigenze del sistema sanitario.

La riflessione di Mastrillo

La riflessione di Mastrillo mette in luce un problema grave e urgente: la necessità di rendere la professione infermieristica più attrattiva dal punto di vista economico per evitare una crisi nel sistema sanitario. Investire nella formazione, migliorare le condizioni di lavoro e garantire stipendi adeguati sono passi fondamentali per assicurare che il settore infermieristico possa attrarre e mantenere i talenti di cui ha disperatamente bisogno.

Seguici anche su:

  • Gruppo Telegram: Concorsi in Sanità – LINK
  • Gruppo Telegram: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Telegram: Infermieri – LINK
  • Gruppo Telegram: Operatori Socio Saniari (OSS) – LINK
  • Gruppo Facebook: Concorsi in Sanittà – LINK
  • Pagina Facebook: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Facebook: AssoCareNews.it – LINK
  • Gruppo Facebook: Operatori Socio Sanitari – LINK
  • Gruppo Telegram: ECM Sanità – LINK
  • Gruppo Facebook: ECM Sanità – LINK

Per contatti:

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *