Lun. Lug 22nd, 2024

Siamo lieti di annunciare che abbiamo firmato l’ipotesi di accordo stralcio sulla parte economica del Contratto Collettivo Provinciale di Lavoro (CCPL) 2022/24. Questo accordo è il frutto di un impegno intenso e costante in tutti i tavoli istituzionali e rappresenta un significativo traguardo per i dipendenti del settore sanitario.

Dettagli dell’Accordo Economico

Grazie ai tre protocolli d’intesa sottoscritti negli ultimi due anni, siamo riusciti a chiudere un importante accordo economico in Apran, che distribuisce ai dipendenti 40 milioni di euro con aumenti decorrenza dal 1° gennaio 2024. L’accordo seguirà ora il suo iter istituzionale di approvazione (giunta, corte conti, ecc.) e speriamo che il processo sia il più veloce possibile, per erogare i fondi nelle buste paga dei lavoratori.

Implementazione e Finanziamenti

La parte economica sarà ulteriormente implementata con il finanziamento degli arretrati del 2022 e del 2023 (per il 2023 in parte già pagati). Durante l’assestamento di bilancio, puntiamo a ottenere adeguati finanziamenti per iniziare un percorso di riforma dell’assetto contrattuale, da svolgersi all’interno della riforma dell’ordinamento professionale. Questo è un elemento imprescindibile per la valorizzazione dei professionisti sanitari. In parallelo, inizieremo subito la discussione della parte contrattuale normativa, che è di prioritaria importanza.

Incrementi delle Indennità

Dal 1° gennaio 2024, le indennità infermieristiche e di tutela del malato saranno aumentate dell’80%, con i seguenti importi mensili lordi:

  • Infermiere Generico Esperto: da 62,81 a 113,6 euro
  • Infermiere: da 66,97 a 120,55 euro
  • Infermiere Psichiatrico Esperto: da 72,79 a 131,02 euro

Indennità per Effettivo Servizio Prestato

Ai professionisti sanitari nelle posizioni funzionali D e DS competono indennità per ogni giornata di effettivo servizio prestato, con importi incrementati come segue:

  • Terapie Intensive e Sale Operatorie: da 4,13 a 5,49 euro
  • Terapie Sub-Intensive, Nefrologia e Dialisi: da 4,13 a 5,49 euro
  • Malattie Infettive: da 5,16 a 6,86 euro

Indennità per Pronto Soccorso ed Emergenza 118

Per i professionisti sanitari operanti in Pronto Soccorso, Emergenza 118, Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura (SPDC) e Residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza (REMS), l’indennità è incrementata da 4,13 a 5,49 euro per ogni giornata di effettivo servizio prestato.

Assistenza Domiciliare

Per l’assistenza domiciliare, l’indennità è incrementata da 5,16 a 6,86 euro per ogni giornata lavorativa.

Incentivi e Produttività

  • Indennità per Centrale Trentino Emergenza 118: 20,00 euro giornalieri a partire dal 1° gennaio 2024.
  • Richiami in Servizio con Recupero Turno: 37,19 euro lordi per richiamo.
  • Richiami in Servizio senza Recupero Turno: 68,38 euro lordi per richiamo.

Per gli anni 2024, 2025 e 2026, gli importi annui della produttività individuale di base saranno sostituiti con i seguenti:

  • Personale Sanitario Categoria D e DS: da 1.154,40 a 2.691,00 euro annui per 12 mensilità.

Conclusione

Questo accordo rappresenta un passo importante verso il miglioramento delle condizioni economiche e professionali dei nostri lavoratori sanitari. Continueremo a lavorare per ottenere ulteriori risorse e miglioramenti nel prossimo futuro.

Il Coordinamento Sindacale Nursing Up Trento

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *