Test d'ingresso: Ramona vuole farcela!

Ramona: da Rio all'Italia per diventare Ostetrica e aiutare i poveri del mondo!

Categoria principale: Altre Professioni Ostetrici/Ostetriche

Il suo nome è Ramona, ha 19 anni compiuti lo scorso 17 luglio e tra qualche settimana la aspetta una sfida: superare il test di ingresso per il Corso di Laurea!

Nata a Rio de Janeiro ha il grande sogno di diventare un'Ostetrica. L'abbiamo conosciuta e intervistata per far conoscere la sua storia.

Sangue brasiliano, pelle italiana. La tua storia parte da tutto un altro emisfero. 

Sì, sono nata a Rio e quando avevo 3 anni i miei genitori mi hanno adottata e portata in Italia. Sono cresciuta qui e sono tornata in Brasile soltanto nel 2016, in vacanza. Non ricordo niente di là, i miei mi hanno preso all'orfanotrofio ed ero troppo piccola.

Il prossimo 12 settembre, il test di ingresso. Sei carica? 

Sì, mi sto preparando da metà luglio, praticamente da una settimana dopo la maturità. Avendo fatto il classico ho un pò di difficoltà nelle materie scientifiche, ma sto studiando sui test. Incrocio le dita!

Se dovessi superare il test, quale sono le tue preferenze?

Il mio sogno è diventare Ostetrica. In Brasile la mia famiglia di origine era molto povera e mia madre mi ha dovuto partorire in casa aiutata da una specie di balia. A quanto ne sapevano le suore dell'orfanotrofio, pochi giorni dopo però è morta di febbre. Questo non sarebbe successo se fossi nata in ospedale. Vorrei diventare Ostetrica e andare in missione nei paesi poveri del mondo. Magari proprio il Brasile. Ci sono tante missioni, ho guardato su internet.

La tua motivazione è talmente pura che è indissolubile dal tuo sogno. Incrociamo anche noi le dita per te.

 

Dott. Marco Tapinassi
Author: Dott. Marco TapinassiWebsite: http://www.assocarenews.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Caporedattore. Infermiere, webwriter, attentatore di biscotti. Penso l'informazione come un fattore di crescita. Non perdo nemmeno un tè con il mio Bianconiglio.
Altri servizi dell'Autore

Stampa