Nasce il Super Ordine delle Professioni Sanitarie, entro il 2021 dovrà consolidarsi.

Super-Ordine Professioni Sanitarie: 225.260 futuri iscritti all'Albo unico

Potrebbero essere 225.260 i Professionisti Sanitari che si iscriveranno al "Super-Ordine", ovvero presenteranno domanda per essere inseriti nel maxi-Albo. E lo dovranno fare a partire dal 1 luglio 2018. Annunciato nei giorni scorsi a Roma durante l'ufficializzazione della nascita del portale che disciplinerà e certificherà le adesioni. L'iniziativa nasce da un accordo tra Conaps e Tsrm. Se n'è discusso oggi a Bologna nel corso della presentazione del Quotidiano sanitario Nursetoday.it.

E' quanto emerso al temine degli interventi di Angelo Mastrillo, tra i massimi conoscitori delle Professioni Sanitarie in Italia, e Rossella Trenti, presidente dell'Ordine TSRM PSTRP di Bologna. L'occasione è stata la presentazione della neonata testata che, come noto, sarà diretta dal collega Angelo Riky Del Vecchio.

Qualche mese fa se n'era parlato nella Capitale alla presenza di centinaia di professionisti del settore. 

Nato con il Decreto Lorenzin nel dicembre 2017 il "Super Ordine delle Professioni Sanitarie" rappresenta oggi sulla carta almeno 226.260 iscritti alle associazioni di categoria. Si tratta di Professionisti della Salute appartenenti a ben 18 discipline (non Mediche e non Infermieristiche/Ostetriche), che da qualche mese si sono fusi in una mega struttura unica di rappresentanza.

Si tratta della Federazione Nazionale Ordine dei TSRM e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (con un acronimo impossibile da ricordare, ovvero FNO TSRM - PSTRP), ufficializzato con la ratifica definitiva del DDL Lorenzin. I Tecnici Sanitari di Radiologia Medica si sono fusi in pratica con tutte le Professioni aderenti al Coordinamento Nazionale Professioni Sanitarie (CONAPS).

Il DDL Lorenzin dà la svolta!

A seguito l'approvazione del già citato il DDL Lorenzin le 22 Professioni Sanitarie, al termine di 20 anni di "odissea", hanno raggiunto la meta, ottenendo il corrispettivo Albo di Categoria.

Dopo la Legge 42/99, che ha abolito l’ausiliarità, la Legge 251/00, che ha introdotto la dirigenza, la Legge 43/06 che ha regolamentato le professioni della salute, il provvedimento approvato qualche mese fa, ha completato il percorso di riconoscimento giuridico delle Professioni Sanitarie, attribuendo pari dignità.

Nati in sintesi 4 Ordini professionali autonomi:

"È davvero un risultato storico che il Parlamento, pur se a fatica - spiegavano dal CONAPS - consente di raggiungere soprattutto a tutela dei Cittadini costantemente esposti al fenomeno dell’esercizio professionale abusivo in ambito sanitario. Tutte le Professioni Sanitarie hanno sudato questo traguardo e finalmente possono consegnare alle generazioni future uno scenario completamente diverso rispetto a quello preso in carico".

Un Vademecum traccerà la rotta fino al 2021!

Oggi, 3 maggio 2018, un apposito gruppo di lavoro formato dalle varie professioni sanitarie aderenti alla FNO TSRM - PSTRP, diretta attualmente da Alessandro Beux, Tecnico radiologo, presenterà una bozza per realizzare entro il 31 maggio 2018 un Vademecum che renderà possibile, certo ed omogeneo il percorso per la suddetta fusione inter-professionale e per garantire la rispettabilità e la rappresentatività di tutti i componenti della neonata struttura ordinistica.

Il Vademecum sarà utile anche per proteggere i rappresentati della Federazione rispetto alle iscrizioni degli aventi diritto, ovvero di tutti coloro che rispetteranno un adeguato percorso formativo. Non a tutti sarà consentito di entrare nell'Albo unico, a meno che non siano in possesso dei requisiti di legge richiesti.

Per prima cosa, spiega Beux in una nota diramata alla stampa, saranno nominati i rappresentanti delle 17 organizzazioni professionali che non hanno un Albo e delle due che un Albo ce l'hanno (ovvero Tecnici radiologi e Assistenti Sanitari). Saranno tutti personaggi di indubbio valore morale, professionale e scientifico.

Lo stesso gruppo sarà chiamato poi a gestire la cosiddetta "Dematerializzazione", ovvero del passaggio dal cartaceo al digitale di ogni singolo dato relativo agli iscritti e alla gestione delle singole figure professionali.

Seguendo quanto già proposto sul Sole 24 Ore dal collega e amico di AssoCareNews.it, Angelo Mastrillo, docente universitario, già presidente nazionale dei Tecnici di Neurofisiopatologia e collaboratore storico del MIUR, andiamo a stabilire quali saranno le tappe che porteranno nel marzo del 2021 all'elezione del Primo Presidente Nazionale del Super Ordine (in questo caso sarà eletto il primo Comitato Centrale, che non dovrà essere costituito come oggi da soli Tecnici radiologi):

  1. maggio 2018 > realizzazione Vademecum;
  2. giugno 2018 > avvio pratiche iscrizione alla FNO TSRM - PSTRP;
  3. novembre 2018 > assemblee ordini provinciali per il Bilancio 2019 della Federazione;
  4. settembre 2019 > scadenza mandato dirigenti associazioni maggiormente rappresentate;
  5. novembre 2020 > rinnovo consiglio direttivo Super Ordine;
  6. marzo 2021 > rinnovo Comitato Centrale della FNO TSRM - PSTRP.

Come si diceva poco fa alcuni Professionisti non hanno ad oggi i titoli in regola, per ovviare alla loro esclusione dall'Albo unico le singole organizzazioni di categoria organizzeranno appositi percorsi di riqualificazione e di alta formazione per permettere a tutti di mettersi in regola.

La nascita degli Albi delle Professioni Sanitarie orfane!

In conclusione, fino a qualche mese fa non tutte le professioni sanitarie avevano un proprio Albo. Il DDL Lorenzin ne ha istituiti tanti.

Già esistenti:

  • Infermieri, Infermieri Pediatrici, Vigilatrici dell'Infanzia, Assistenti Sanitari;
  • Ostetrici/Ostetriche;
  • Tecnici Sanitari di Radiologia Medica.

Nati ex-novo:

  • Tecnici sanitari di laboratorio biomedico;
  • Tecnici audiometristi;
  • Tecnici audioprotesisti;
  • Tecnici ortopedici;
  • Dietisti;
  • Tecnici di neurofisiopatologia;
  • Tecnici di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare;
  • Igienisti dentali;
  • Fisioterapisti;
  • Logopedisti;
  • Podologi;
  • Ortottisti e assistenti di oftalmologia;
  • Terapisti della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva;
  • Tecnici della riabilitazione psichiatrica;
  • Terapisti occupazionali;
  • Educatori professionali;
  • Tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luogo di lavoro.

Non ci resta che augurare a tutti buon lavoro!

Pin It
Dott. Angelo Riky Del Vecchio
Author: Dott. Angelo Riky Del VecchioWebsite: http://www.angelorikydelvecchio.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Nato in Puglia, vive e lavora in Emilia Romagna, Giornalista, Infermiere e Scrittore. Già direttore responsabile di Nurse24.it, attuale direttore responsabile del quotidiano sanitario nazionale AssoCareNews.it e di NurseToday.it - Quotidiano FIALS.
Altri servizi dell'Autore


Stampa   Email