Mutilazioni e fratture: scoperta maxi truffa!

Paziente muore: fratture e mutilazioni per truffare assicurazioni oltre 100 indagati!

Operazioni non necessarie per intascare centinaia di migliaia di euro!

Chirurghi compiacenti mutilavano e operavano inutilmente pazienti in un giro di truffe milionarie alle assicurazioni: maxioperazione congiunta tra Polizia, Finanza e polizia penitenziaria.

Decine di arresti e centinaia di indagati a Palermo, tra attori attivi e clienti. Una maxioperazione che ha fatto emergere un'organizzazione criminale con finalità di truffa alle assicurazioni grazie alla simulazione di falsi incidenti, con tanto di mutilazioni, fratture e operazioni inutili volte al risarcimenti di centinaia di migliaia di euro. 

Riguardo il titolo e la regolare iscrizione agli albi professionali, non è stato diffusa ancora nessuna nota riguardo il fatto che fossero o meno dei veri medici chirurghi. 

Nè è stato divulgato nessun particolare circa i luoghi dove fisicamente avvenissero queste operazioni "sanitarie".

Il giro d'affari andava avanti da diverso tempo finchè uno dei pazienti, Hadry Yakoub di origini tunisine, era poi morto. Il medico legale ha stabilito che la vittima era stata imbottita di Crack per sopportare le fratture multiple inflitte per inscenare un sinistro stradale grave. 

Abbandonato il corpo lungo la strada, i suoi assassini avevano comunque provato ad inscenare un investimento.

 

Pin It
Redazione
Author: RedazioneWebsite: http://www.assocarenews.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
La redazione del quotidiano sanitario nazionale è formata da Infermieri, Infermieri Pediatrici, Oss e Professionisti della Salute e della Formazione.
Altri servizi dell'Autore


Stampa   Email