Pronto soccorso: la folla non deve generare malasanità!

Codice Giallo attende 15 ore prima del ricovero e degli esami urgenti!

Un caso ampiamente definibile con il termine di malasanità quello che ha visto un uomo di 54 anni dover attendere 15 ore in codice giallo prima di poter iniziare il giusto percorso assistenziale. E' successo in Puglia nei giorni scorso. E l'azienda si scusa ufficialmente!

Quindici ore presso i servizi di pronto soccorso tra Fasano e Brindisi. Era il 17 agosto quando un uomo in codice giallo con emesi ematica ripetuta ha dovuto attendere tutte queste ore per poter essere ammesso in regime di ricovero urgente e ricevere la gastroscopia d'urgenza. Nel frattempo l'odissea del pronto soccorso: aria condizionata guasta, barelle insufficienti e mancanza di personale.

Una storia tanto eclatante da provocare le scuse ufficiali dell'Azienda, attraverso le parole del Direttore Generale Giuseppe Pasqualone "Siamo consapevoli delle criticità strutturali del nostro ospedale e dei problemi organizzativi che aumentano soprattutto nel periodo estivo a causa del maggiore afflusso di utenza, ma vogliamo comunicare che l’Azienda sta facendo il possibile per risolverli. I lavori di ampliamento del Pronto Soccorso del Perrino sono stati già avviati e dovrebbero terminare entro il mese di ottobre. Dopo la conclusione dei lavori anche il personale sarà potenziato con un nuovo modello organizzativo al vaglio degli Uffici Regionali e delle Organizzazioni Sindacali Mediche. Ci scusiamo davvero per quanto accaduto, anche con tutte le altre persone che hanno subito e subiranno ancora per non molto lunghe attese nei momenti di maggiore afflusso. Un ringraziamento è dovuto a tutto il personale sanitario che lavora con abnegazione e responsabilità assicurando le migliori cure".

Una presa di colpa che speriamo sia da stimolo affinchè non si ripetano certe condizioni, per la sicurezza dei pazienti e dei lavoratori.

Pin It
Redazione
Author: RedazioneWebsite: http://www.assocarenews.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
La redazione del quotidiano sanitario nazionale è formata da Infermieri, Infermieri Pediatrici, Oss e Professionisti della Salute e della Formazione.
Altri servizi dell'Autore


Stampa   Email