OSS: è vero le scuole di formazione e Infermieri spingono all'abuso.

OSS: a scuola ci facevano fare prelievi, dare la terapia ed eseguire clisteri e cateterismi.

Carissimo Direttore di AssoCareNews.it, 

ho letto il vostro articolo riguardante l'invito all’abuso di professione da parte delle scuole Oss con l’ aiuto degli infermieri. Ho trovato questo servizio interessante ed utile. Mi chiamo Giovanni, ho 27 anni ed ho svolto un corso Oss alcuni anni fa. La scuola dove ho fatto formazione si trova a Santa Maria Capua Vetere (Caserta), in via (...). Una scuola inefficiente che non forma l’allievo, ma pensa solo al lato economico, al guadagno, ovvero ai 1800 euro di media per ogni iscritto.

Fa frequentare ben poco l’allievo, 1 volta o 2 volte la settimana, anziché tutti i giorni come da contratto stipulato. La signora che insegna è una Coordinatrice Infermiera, si chiama Marta (nome di fantasia - ndr), e lavora in un ospedale pubblico della zona. La docente, che si faceva luminare durante le lezioni, ci insegnava cose sbagliate; ad esempio:

  • che l’Oss potesse rilevare tutti i parametri vitali (frequenza respiratoria e cardiaca, pressione arteriosa con sfigmomanometro non elettrico, ecc.);
  • che si potevano scrivere i dati dei parametri vitali sulla cartella clinica dei pazienti; 
  • che l’Oss potesse sostituire e svuotare le sacche del catetere;
  • che l'Oss potesse occuparsi della dieta alimentare del paziente;
  • che l'Oss potesse aiutare l’Infermiere nell'esecuzione di un ECG posizionando autonomamente gli elettrodi, togliere protesi per disinfettarle, eseguire clisteri, cambiare sacche stomie, controllare la camera di gocciolamento del deflussore delle flebo, somministrare la terapia farmacologica.

Infine gli Infermieri dell’ospedale durante il tirocinio insegnavano procedure che l’Oss non può fare:

  • iniezioni intramuscolari e sottocutanee;
  • cateterismo vescicale;
  • prelievi.

Ora mi trovo disoccupato da anni e con un insegnamento pessimo della scuola. Cordiali saluti.

Giovanni, OSS

* * *

Grazie Giovanni,

a non non interessa avere ragione o meno, denunciamo e scriviamo sulle anomalie intestine al Servizio Sanitario Nazionale e della formazione sanitaria. Per questo stiamo trattando di argomenti scabrosi di cui, grada caso, nessuno degli altri quotidiani nostri antagonisti si occupa. Ti ringraziamo per la tua testimonianza che dimostra senza ombra di dubbi che quanto evidenziato nel nostro servizio corrisponde al vero. Quello che scrivi è molto grave e a nostro avviso dovresti avvisare i Carabinieri dei NAS e l'Ordine degli Infermieri della tua provincia. Continua a seguirci.

Angelo Riky Del Vecchio, Direttore quotidiano sanitario nazionale AssoCareNews.it

Pin It
Redazione
Author: RedazioneWebsite: http://www.assocarenews.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
La redazione del quotidiano sanitario nazionale è formata da Infermieri, Infermieri Pediatrici, Oss e Professionisti della Salute e della Formazione.
Altri servizi dell'Autore


Stampa   Email