Donald Trump: intervista alla sua Infermiera di organi italiane.

L'infermiera di Trump: parla l'italo-americana Elisa

Per molti è l'Infermiera di Donald Trump, il neo presidente degli Stati Uniti d'America, ma lei preferisce farsi chiamare semplicemente nurse. Parliamo di Elisa Visentin Scotchish, 44 anni, professionista della salute in USA dalle chiari origini italiane.

L'abbiamo incontrata e portata in giro a visitare alcune realtà sanitarie pubbliche e private del Padovano.

Lei è nata nei sobborghi di Manhattan nel distretto di New York da una famiglia medio-borghese per metà Veneta e per metà inglese. I suoi bisnonni paterni sono partiti per fare fortuna in America negli Anni '20 e hanno dato origine ad una famiglia piuttosto ampia. Elisa parla solo il dialetto veneto, quello dei paesi dell'hinterland di Padova. E' una seria professionista, molto legata al suo lavoro e molto timida nel raccontarci le sue esperienze professionali.

"Lavoro in ambito chirurgico-estetico in una nota clinica privata nello Stato di New York - spiega al Blog degli Infermieri Italiani - sono infermiera da ormai 20 anni. Da noi il percorso di studi è un po' differente e se sei brava riesci a specializzarti e a lavorare in ambiti altamente specialistici come il mio. Ho conosciuto negli ultimi due lustri tanti personaggi famosi che si sono rivolti alla nostra struttura, molti dei quali sono stati accompagnati da me mano per mano lungo un percorso di rinascita corporea e psicologica. Chi lavora nel mio settore sa benissimo che spesso il desiderio di cambiare o di modificare ciò che non va nel nostro corpo è legato a fattori psicologici o psichiatrici e l'apporto del nurse può rivelarsi spesso indispensabile. In fondo ci occupiamo del benessere psico-fisico e della salute delle persone e lo facciamo attraverso un approccio decisamente olistico, che non bada solo alla parte bio-meccanica-estetica, ma anche alla dimensione spirituale, culturale e psichica dei nostri assistiti".

Dicevi che negli ultimi anni hai incontrato tanti personaggi famosi lungo il tuo percorso lavorativo, tra questi il neo-presidente USA Donald Trump. Che tipo è e come si approcci a con gli Infermieri?

Si ho avuto modo di conoscerlo, anche se non posso dirvi di più, visto il vincolo della segretezza. Posso tuttavia lanciare una freccia a suo favore: è una persona squisita, che rispetta i professionisti e le donne in particolare. Nella mia struttura il 90% dei dipendenti è di sesso maschile e mai nessuna si è lamentata del Presidente. Credo che quello che sta accadendo oggi negli Stati Uniti d'America sia solo una questione politica e che i movimenti sessisti e femministi sono pilotati da ambienti economici che hanno i perso il potere. Ho votato Donald Trump e sono stata tra le sue principali sostenitrici. Oggi lo dipingono come un irresponsabile o come uno che non sa il fatto suo, in realtà a me è sembrato molto intelligente.

Perché si è rivolto alla strutture in cui lavori?

Non posso parlare di questo, posso solo dire che non era lui il diretto paziente. Ci ha riempiti di regali e ha donato un grosso contributi ad una associazione che si occupa di ricerca nel campo dell'estetica ricostruttiva post-tumore, che si occupa di nuove tecniche per il ripristino dei seni dopo la mastectomia e dei peni dopo interventi di asportazione dei testicoli, del glande e degli annessi prostatici.

Come mai in Italia?

E' la prima volta che vengo in Veneto, volevo conoscere Venezia e assaporare i sapori, i saperi e i colori di questa terra meravigliosa fatta di mare, monti, fiumi, laghi e bellissime distese agricole e industriali. I miei nonni mi parlavano dell'Italia e della terra veneta, ma non avrei mai immaginato una ricchezza simile. Vi invidio, voi che potete cercate di lasciarla intatta così com'è e di migliorarla sempre più.

Grazie Elisa!

Pin It
Dott. Angelo Riky Del Vecchio
Author: Dott. Angelo Riky Del VecchioWebsite: http://www.angelorikydelvecchio.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Nato in Puglia, vive e lavora in Emilia Romagna, Giornalista, Infermiere e Scrittore. Già direttore responsabile di Nurse24.it, attuale direttore responsabile del quotidiano sanitario nazionale AssoCareNews.it. Ha al suo attivo oltre 15.000 articoli pubblicati su varie testate e 18 volumi editi in cartaceo e in digitale.
Altri servizi dell'Autore


Stampa   Email