Gli Infermieri foggiani dicono no a violenza, si a sicurezza e tutela lavoratori.

Infermieri foggiani: no a violenza di genere, si a sicurezza nell'emergenza

Si torna di nuovo a parlare del ruolo dell’infermiere e delle problematiche da affrontare nell’attuale momento della vita del Paese e delle sue istituzioni attinenti in Puglia.

La giornata di studio e aggiornamento promossa da Assinfermieri Puglia guidata dal Presidente dott. Giuseppe Tampone, dal Referente dell’Area Territoriale di Foggia e professionista del posto dott. Giulio Ianzano ( Coordinatore Scientifico del Corso), dal Consigliere di ASSINFERMIERI PUGLIA e consigliere del FNOPI di Foggia dott. Francesco Mansi, dal Consigliere di Assinfermieri Puglia e consigliere dell'OPI di Foggia dott. Ciro Antonio Tampone e dal Consigliere di ASSINFERMIERI PUGLIA Dott.ssa Carmela Fersurella (Responsabile della segreteria Organizzativa).

L’evento molto sentito nella Città di san Marco in Lamis (FG) dove l’anno scorso si parlava degli oltre i 200 infermieri questa volta i posti a sedere erano n° 262 , la sala strapiena, di professionisti sanitari e studenti.

La presenza dei partecipanti è quasi raddoppiata, superando le 350 presenze. 

Dopo le numerose richieste da parte di altre figure professionali, Assinfermieri Puglia ha introdotto il termine CIPS (Circolo Interdisciplinare della Professioni Sanitarie), per dare la possibilità a tutte le professioni sanitarie di formarsi. Sono state affrontati alcuni temi e discussioni su varie materie , infatti si sono interfacciati professionisti e cultori di vario genere:

Psicologia (Prof.ssa Annamaria Petito docente di Psicologia Clinica dell’UNIFG); sull’aspetto normativo e legale (Avv. Pinuccio Villani noto legale e persona molto stimata della cittadina garganica); sull’aspetto assistenziale e alla ricerca  infermieristica (Dott.ssa Carmela Parente docente di Infermieristica UNIFG sede San Giovanni Rotondo) alternandosi con altri Professionisti Infermieri (Dott.ssa Leggieri Arianna, Dott. Merla Giulio e Dott Emanuele Marcucci).

Il programma svolto è il seguente:

  • Ripercussioni psicologiche sulle vittime di violenza Prof.ssa Annamaria Petito
  • La violenza di genere: aspetti normativi  Avv. Pinuccio Villani
  • Il contributo dell’Infermiere nel “Percorso Rosa” contro la violenza di genere Dott.ssa Carmela Parente
  • Dolore post-operatorio: valutazione, trattamento e soddisfazione del paziente  Dott.ssa Arianna Leggieri
  • Ricerca ed implementazione degli indicatori di qualità: gestione del triage in pronto soccorso come occasione di crescita professionale per gli Infermieri   Dott. Merla Giulio
  • Nursing in un nuovo modello di gestione di PICC  Dott. Emanuele Marcucci

Anche quest’anno non sono mancati volti importanti della materia sanitaria, professionale e politica della provincia di Foggia e Regione Puglia.

L’evento è stato aperto dal dott. Ianzano Giulio introducendo un tema attuale quale La violenza di genere: “E’ una gravissima forma di discriminazione legata ad una cultura sessista che svilisce la donna, ne oggettivizza il corpo e ne limita l’individualità, la visibilità e l’autorevolezza. E’ un problema culturale e in quanto tale appartiene a tutti, non solo alla donna, è un problema capace di infiltrarsi subdolamente in tutte le sfaccettature della vita familiare, affettiva, economica, sociale, politica ma è soprattutto una gravissima violazione dei diritti fondamentali: quali il diritto alla vita, alla libertà, alla sicurezza, alla dignità, all’integrità fisica e mentale, all’uguaglianza tra i sessi”.

Numerose volte la “ GRANDE PLATEA DI PROFESSINISTI SANITARI” si è alzata in piedi ad applaudire quando si sono ricordati alcuni nomi delle donne uccise, affermando la propria vicinanza a chi subisce violenza.

Anche il Sindaco della cittadinanza Dott Michele Merla non è mancato nel porgere i suoi saluti e  confermare la vicinanza a queste proposte di formazione, per dare un’ondata di positività a questo paese che ultimamente sta attraversando un periodo dove si parla solo di episodi negativi. 

Il vicesindaco Angelo Ianzano (anche lui Infermiere) ha portato i suoi saluti e ha rafforzato il le competenze del professionista infermiere, infatti ha parlato dell’ art. 225 del 74 (mansionario) e la vittoria della sua abolizione, quindi, sulle conquiste della figura del Professionista Infermiere. Ha citato il DDL Lorenzin e la trasformazione dei Collegi in Ordini (FNOPI).

E’ intervenuto anche l’Assessore al Bilancio della Regione Puglia Avv. Raffaele Piemontese, facendo sentire per  la seconda volta la sua vicinanza a queste giornate formative. Non sono mancate le domande dalla platea e infatti sono sorte anche delle discussioni che hanno portato il tutto ad una sorta di tavola rotonda insieme al Presidente del FNOPI di Foggia Dott . Michele Del Gaudio , dove si sono  affrontati temi importanti, oltre che quelli dell’ordine del giorno.

Inoltre ha portato i saluti del Direttore Generale dell’ASL FG la Dott.ssa Girolama De Gennaro Dirigente Infermieristico della Azienda Sanitaria Locale e parlando anche di Sicurezza degli operatori sanitari non poteva che mancare un “ESPERTO “ della materia il dott.  Giuseppe Liscio , il quale ha illustrato alcuni punti.

 

 

Pin It
Redazione
Author: RedazioneWebsite: http://www.assocarenews.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
La redazione del quotidiano sanitario nazionale è formata da Infermieri, Infermieri Pediatrici, Oss e Professionisti della Salute e della Formazione.
Altri servizi dell'Autore


Stampa