Infermieri, Medici ed Oss pugliesi presto assunti a tempo indeterminato!

Infermieri, Medici ed Oss pugliesi presto assunti a tempo indeterminato!

Gli Infermieri pugliesi o operanti in Puglia rientranti nel Decreto Madia saranno stabilizzati entro il 31 dicembre 2018. E' quanto comunica la FIALS dopo aver ascoltato il Dipartimento di Promozione della Salute. Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, lo aveva annunciato ieri in una nota, a cui aveva fatto seguito anche un comunicato della FSI - USAE. La stabilizzazione riguarderà migliaia di operatori sanitari tra Medici, Infermieri, Oss e Professionisti di varia natura.

Riceviamo e pubblichiamo la nota del vice-segretario generale nazionale della FIALS Massimo Mincuzzi.

* * *

Nel corso dell’incontro odierno il Direttore del Dipartimento Promozione della salute dott. Ruscitti ed il Dirigente di Settore dott. Campobasso hanno confermato l’impegno assunto dal Presidente Emiliano con la FIALS lo scorso giorno 30 maggio 2018 che prevede la stabilizzazione di tutti i precari della sanità in possesso dei requisiti del decreto MADIA entro il 31/12/2018.

Il processo di stabilizzazione comincerà quindi il 1 luglio 2018, avendo il Ministero dell’Economia e delle Finanze dato il via libera alla Regione Puglia a partire con le assunzioni/stabilizzazioni.

Va ricordato inoltre che erano peraltro già disponibili i posti  autorizzati con le deroghe come quelle del “concorsone” per infermieri della ASL BA oltre che la possibilità di sostituzione di tutto il personale cessato dal servizio negli anni 2016, 2017 e 2018.

In ordine al paventato esubero degli infermieri nel S.S.R. pugliese, Ruscitti e Campobasso hanno confermato che tutti gli 857 infermieri in possesso dei requisiti del decreto MADIA e oggetto di apposita ricognizione saranno stabilizzati.

L’Assessorato alle Politiche della Salute si è impegnato inoltre, entro una settimana, ad ufficializzare il riparto delle capacità assunzionali alle singole Aziende Sanitarie pugliesi, per mettere i Direttori Generali in condizioni di avviare velocemente le procedure di stabilizzazione, atteso che non vi sono nemmeno problemi in ordine alla compatibilità economica per l’assunzione.

La FIALS esprime grande soddisfazione per la chiusura di questa grande vertenza che consentirà il superamento del “precariato storico” ed il reclutamento a tempo determinato delle ulteriori unità lavorative necessarie a sostituire le assenze per malattia, maternità etc. etc., oltre che per garantire l’applicazione del riordino della rete ospedaliera. Abbiamo infine chiesto ANCHE un impegno preciso in ordine all’omogeneità della tempistica delle procedure di stabilizzazione su tutto il territorio regionale.

LA FIALS ringrazia il Presidente Emiliano che oltre ad aver mantenuto gli impegni assunti con la FIALS, nei giorni scorsi a riaffermato che qualora il Ministero dell’Economia e delle Finanze non avesse autorizzato la stabilizzazione, avrebbe “tirato dritto” mettendo in atto le assunzioni di tutti i precari della sanità pugliese in possesso dei requisiti del decreto MADIA.

Vice-segretario generale nazionale FIALS

Massimo Mincuzzi

* * *

Sulla stessa scia la nota di Achille Capozzi, segretario territoriale FSI - USAE Foggia. Gli Infermieri, in particolare, saranno "spacchettati" tra territorio e aziende sanitarie per poter procedere anche alla stabilizzazione definitiva di chi ha presentato apposita domanda. Per il sindacato foggiano si tratta di un successo senza precedenti. Le lotte servono e serve far pressione sugli apparati politici e burocratici per ottenere dei diritti sacrosanti.

Pin It
Redazione
Author: RedazioneWebsite: http://www.assocarenews.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
La redazione del quotidiano sanitario nazionale è formata da Infermieri, Infermieri Pediatrici, Oss e Professionisti della Salute e della Formazione.
Altri servizi dell'Autore


Stampa   Email