Infermiera muore dopo crollo ponte a Genova: addio a Marta Danisi.

Infermiera muore dopo crollo ponte a Genova: addio a Marta Danisi

Marta Danisi aveva 29 anni ed era diventata Infermiera da pochi anni. Ora non c'è più travolta dal crollo del Ponte Morandi a Genova. Tutto il mondo dell'Infermieristica è a lutto.

Infermieri impegnati da oltre 24 ore ne soccorsi e nel tentativo di salvare vite, ma anche Infermieri colpiti direttamente al cuore per la morte di una giovane collega.

Marta ha trovato la morte in Liguria, ma era nata a Sant'Angata di Militello (ME) ed era iscritta all'Ordine degli Infermieri di Messina, che si stringe attorno alla famiglia della vittima per la prematura scomparsa.

Il 20 aprile aveva iniziato il nuovo lavoro presso l'Azienda Ospedaliera "Santissimi Antonio e Biagio" ad Alessandria. Sgomenti i colleghi piemontesi, che avevano avuto modo di apprezzare Marta non solo dal punto di vista professionale: "era una bravissima persona, sempre attenta ai pazienti e con un sorriso per tutti", ha riferito ad AssoCareNews.it un infermiere della struttura.

E' stato il sindaco di Sant'Agata di Militello, Bruno Mancuso, a confermare il decesso della sua concittadina. 

"Sono sconvolto e addolorato per la tragedia che ha colpito una nostra compaesana - ha dichiarato il primo cittadino - la giovane Marta, deceduta in seguito al crollo del ponte Morandi a Genova. Stessa sorte è toccata al fidanzato che era in macchina con Lei. A nome di tutta la comunità santagatese esprimo profondo cordoglio e vicinanza ai familiari per questo grande dolore e incolmabile vuoto che li ha colpiti".

Vicinanza alla famiglia anche da parte del presidente dell'OPI messinese, Antonio Trino. 

"Mentre purtroppo continua drammaticamente a salire il numero delle vittime di Genova, la nostra comunità professionale piange la morte dell'infermiera Marta Danisi, 29 anni, iscritta all' Ordine delle professioni infermieristiche di Messina, che lavorava da pochi mesi nel reparto di Neurologia dell'ospedale civile di Alessandria e che stava transitando sul viadotto crollato a bordo di un'auto con il suo fidanzato Alberto Fanfani, medico toscano di 32 anni. - si legge in una nota della Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche (FNOPI) - In questo momento di dolore per il Paese intero, giungano le nostre più sentite condoglianze ai familiari di tutte le vittime. Insieme ad un apprezzamento per coloro che in difficoltà evidenti, anche di pericolo, stanno ancora lavorando per il recupero dei corpi e per assistere e mettere in sicurezza le persone coinvolte".

In città lo sgomento generale, anche perché Sant'Agata conta appena 13.000 abitanti e tutti di fatto si conoscono e addirittura hanno parentele e legami fraterni tra loro.

Pin It
Redazione
Author: RedazioneWebsite: http://www.assocarenews.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
La redazione del quotidiano sanitario nazionale è formata da Infermieri, Infermieri Pediatrici, Oss e Professionisti della Salute e della Formazione.
Altri servizi dell'Autore


Stampa   Email