Emergenza - Urgenza

Accesso Intraosseo: valida alternativa all'Accesso Venoso in Emergenza.

Accesso Intraosseo: valida alternativa all'Accesso Venoso in Emergenza.

E' una procedura facile da eseguire ed è ad appannaggio di Medici e Infermieri.

In condizioni di emergenza c’è bisogno di presidi che non lascino tempo ai dubbi: facili, immediati ed efficaci. Nonostante il progresso, la problematica del reperimento dell’accesso vascolare in situazioni di emergenza-urgenza è ancora presente, mettendo in crisi quella che sarebbe una tecnica salvavita e parte integrante del processo assistenziale al paziente nella professione infermieristica. L’intraosseo dunque deve essere preso in considerazione nella nostra realtà come prima scelta nei casi critici in cui non vi sia tempo per reperire un accesso venoso.

Tredicenne in arresto cardiaco: salvato da Medici e Infermieri, ma è in Rianimazione.

Tredicenne in arresto cardiaco: salvato da Medici e Infermieri, ma è in Rianimazione.

Un ragazzo di 13 anni in fin di vita dopo una pallonata al petto. Trasportato in elisoccorso a Torino, è in ora Terapia Intensiva.

Soffriva già di problemi cardiaci, ma nessuno poteva immaginare che una pallonata sul petto l'avrebbe portato in Rianimazione. E' accaduto a Gozzano in provincia di Novare dove un 13enne è ora in fin di vita a seguito di un Arresto Cardiaco Improvviso dovuto ad insulto esterno. Pronto l'intervento di Medici e Infermieri del servizio 118, che lo hanno rianimato e trasportato poi in Elisoccorso a Torino.

PEIMAF: il piano di maxi-emergenza che recluta tutti i professionisti infermieri e medici.

PEIMAF: il piano di maxi-emergenza che recluta tutti i professionisti infermieri e medici.

PEIMAF è un acronimo con cui viene identificato il maxi afflusso di feriti.

In Italia sono attivi vari piani di gestione della maxi-emergenza, che coinvolge tutti i professionisti medici e infermieri. Quando ci sono incidenti che coinvolgono più macchine in autostrada oppure un crollo o un incendio di un condominio. E' stato utilizzato a Genova, per esempio, dopo il crollo del Ponte Morandi che è costato la vita a decine di persone e il ferimento di altre centinaia di soggetti.

Fast Track: accesso privilegiato agli ambulatori specialistici dal PS.

Fast Track: accesso privilegiato agli ambulatori specialistici dal PS.

Al giorno d'oggi il Pronto Soccorso di qualsiasi città sono sempre più affollati, ecco un metodo per snellire le liste d'attesa.

Viene definito Fast Track il percorso che conferisce autonomia all'infermiere di poter indirizzare i pazienti già all'ingresso durante la valutazione di triage agli ambulatori dedicati, solo in caso di determinati segni e sintomi ascrivibili ad una determinata branca della medicina. Una metodica che riduce i tempi d'attesa per gli utenti e aumenta l'autonomia degli infermieri, conferendo soddisfazione professionale e minori conflitti.

Sistema emergenza: è ora di uniformare!

Infermieri di Emergenza Territoriale: troppa confusione, occorre uniformare!

Uniti si assiste meglio!

Infermieri del sistema di emergenza territoriale pronti a riunirsi: obiettivo uniformare il sistema a livello nazionale e dissipare le confusioni che si creano a danno dei cittadini!

Quotidiano Sanitario Nazionale

Segnala una notizia!

Cercaci su Facebook, su Linkedin o su Instagram!