Nurse24.it: il sito infermieristico diventa interamente francese. A sinistra il presidente del Group Profession Santé Gérard Kouchner, a destra il direttore generale Nicolas Bohuon.

Nurse24.it: il sito infermieristico diventa interamente francese e cambierà direttore.

Soci italiani venderanno quote ai francesi entro il 2020. Cambio direttore alle porte.

Nurse24.it diventa interamente francese con la vendita delle azioni fittizie italiane. Nei prossimi giorni si saprà anche se sarà sostituito l'attuale direttore con una nota firma del panorama sanitario italiano. Ci sono rumors che parlano della necessità per i parigini del Groupe Profession Santé di rilanciare il quotidiano dal punto di vista giornalistico. Tutto ciò mentre è sicuro al 100% la vendita delle residue quote societarie ai francesi: pari a circa il 20% entro il 2020 in cambio di qualche centinaia di migliaia di euro.

Intanto nei giorni scorsi, a rafforzare la tesi di quanto stiamo scrivendo ci ha pensato lo stesso giornale francese che ha diramato un annuncio con cui si cerca un giornalista per la testata. Ad oggi di giornalisti puri non ve n'è nemmeno l'ombra in redazione e dopo la radiazione di Leila Ben Salah (avvenuta questa estate senza preavviso) ora si cerca con urgenza un sostituto.

Nurse24.it è sicuramente uno dei quotidiani infermieristici e sanitari più seguiti nel mondo degli Infermieri. Nasce a Rimini nel 2012 per volere del nostro Angelo Riky Del Vecchio e di altri due colleghi, Gianluca (che ha poi abbandonato il giornale, una vera perdita per la Professione Infermieristica) e Nando.

Successivamente, ed esattamente nel 2015, il quotidiano on line è stato venduto alla società francese Izeos, a sua volta inglobata nel Groupe Profession Santé (GFS).

Angelo Riky Del Vecchio in compagnia della direttrice di Infirmiers.com a Parigi nel 2016 (Group Profession Santé).
Angelo Riky Del Vecchio in compagnia della direttrice di Infirmiers.com a Parigi nel 2016 (Ex-Izeos France, oggi Group Profession Santé).

 

Il GFS è attualmente gestito dal presidente Gérard Kouchner (in alto a sinistra) e dal direttore generale Nicolas Bohuon (nella foto di apertura a destra), che hanno tutta l'intenzione di espandersi in Italia nel settore sanitario (assicurazioni, corsi di formazione, editoria, shopping, ecc.).

Alcuni dei marchi del Group Profession Santé, tra cui Nurse24.it.
Alcuni dei marchi del Group Profession Santé, tra cui Nurse24.it.

 

I soci fittizi italiani, quindi, dovranno vendere le loro quote obbligatoriamente alla casa madre entro e non oltre il 2020, che li ripagherà in base agli obiettivi prefissati nel 2015. Non usufruiranno del ricavo per l'alienazione del bene i corrispondenti e i collaboratori storici, che sono esclusi da qualsiasi ricavo e non potranno richiedere alcun beneficio di natura economica o materiale. Chi vende, secondo indiscrezioni, resterà al suo posto in redazione in qualità però di semplice dipendente.

Nurse24.it diventa interamente francese, i soci fittizi italiani dovranno vendere le loro quote obbligatoriamente alla casa madre. Non usufruiranno del ricavo per l'alienazione del bene i corrispondenti e i collaboratori storici.
Nurse24.it diventa interamente francese, i soci fittizi italiani dovranno vendere le loro quote obbligatoriamente alla casa madre. Non usufruiranno del ricavo per l'alienazione del bene i corrispondenti e i collaboratori storici.

 

La vera anima del giornale resta la Redazione fisica che fino a luglio era coordinata dall'ormai ex-capo-redattore Leila Ben Salah (giornalista professionista). A Ben Salah questa estate è stato dato il ben servito, dopo una serie incredibile di conflitti con altri dipendenti della struttura. Segnale che regna il nervosismo all'interno del giornale, nonostante i numeri in continua crescita e nonostante il tentativo di far credere il contrario.

Resta ad oggi l'unico quotidiano sanitario italiano di proprietà di un'azienda estera. A Parigi tutti i giorni viene decisa/modificata la politica editoriale del giornale. La struttura societaria in Italia, come è possibile verificare attraverso semplici visure pubbliche aziendali, è presieduta da Gregoire Coutant, vice-presidente di Izeos France (oggi GFS), con soci fittizi italiani.

Quando nasce il giornale e ora da chi è gestito?

Nato a Rimini nel 2012 in via Fucini n. 18, nell'allora abitazione del nostro Angelo Riky Del Vecchio, oggi il portale è di proprietà di una multinazionale. Inizialmente i soci erano 3 e la testata era gestita dall'associazione culturale ComuniCare.

Angelo Riky Del Vecchio in compagnia di Angelo Mastrillo (a sinistra, consulente MIUR e Docente universitario) e di Paolo Del Bufalo (al centro, capo-ufficio stampa dell'Ordine nazionale degli Infermieri) durante l'inaugurazione della redazione di Nurse24.it a Rimini nel 2016.
Angelo Riky Del Vecchio in compagnia di Angelo Mastrillo (a sinistra, consulente MIUR e Docente universitario) e di Paolo Del Bufalo (al centro, capo-ufficio stampa dell'Ordine nazionale degli Infermieri) durante l'inaugurazione della redazione di Nurse24.it a Rimini nel 2016.

 

Poi la cessione all'azienda francese nel 2015 mediante un noto studio notarile milanese e la creazione di "soci italiani a scadenza programmata" (5 anni), che ora sono costretti a vendere le loro quote alla casa madre.

Del Vecchio, in netto contrasto con gli altri soci e dopo una diatriba legale durata diversi mesi che ha portato anche a denunce in tribunale da parte dell'attuale direttore di AssoCareNews.it, di comune accordo con la società ha lasciato Nurse24.it per fondare poco dopo il gruppo AssoCare, che oggi edita la nostra testata, diventata un importante punto di riferimento nazionale per i Professionisti della Salute.

Angelo Riky Del Vecchio ha fondato e dirige dal 2017 il quotidiano sanitario nazionale AssoCareNews.it, tra concorrenti principali di Nurse24.it. Qui durante la presentazione della testata al congresso 2018 degli Infermieri Dirigenti (Repubblica di San Marino).
Angelo Riky Del Vecchio ha fondato e dirige dal 2017 il quotidiano sanitario nazionale AssoCareNews.it, tra i concorrenti principali di Nurse24.it. Qui durante la presentazione della testata al congresso 2018 degli Infermieri Dirigenti (Repubblica di San Marino).

Il portale punta su una campagna pubblicitaria massiccia su Google

Sul giornale francese è molto seguito il settore dei concorsi per Infermieri e OSS, degli Studenti e della delle vicissitudini della Professione Infermieristica. Poco presente sui social, ma molto "attiva" come testata su Google, grazie ad una campagna pubblicitaria costata centinaia di migliaia di euro e di appositi uffici dedicati allo scopo e presenti nella sede parigina dell'azienda. Si sa, per essere i primi sul web occorre spendere. Da agosto iniziata campagna pubblicitaria su Google a livello nazionale e regionale (puntando sul grande pubblico), che tuttavia non li rende primi tra Infermieri e Operatori Sanitari.

Ora bisognerà attendere il 2020 e capire se il quotidiano avrà raggiunto o meno gli obiettivi economici prefissati, ovvero se ai tanti milioni di euro spesi corrisponderà almeno un pareggio di bilancio. Staremo a vedere.

L'allontanamento dell'unico vero giornalista della testata

Di qualche mese la notizia vera è l'allontanamento di una professionista come Leila Ben Salah e l'assenza di giornalisti in redazione (ovviamente essere giornalisti è diverso dall'essere iscritti all'Ordine dei Giornalisti).

Leila Ben Salah, giornalista professionista, allontanata da Nurse24.it perché in contrasto con i soci fittizi italiani.
Leila Ben Salah, giornalista professionista, allontanata da Nurse24.it perché in contrasto con i soci fittizi italiani.

Solidarietà a Leila Ben Salah

Come redazione esprimiamo piena solidarietà alla collega Leila, per come è stata trattata. Nonostante tutto ha dimostrato di essere una seria professionista, preferendo il silenzio alle polemiche dei soliti ignoti.

Una penna di peso lascia, almeno per ora, il mondo dell'informazione sanitaria, ma sicuramente di lei sentiremo ancora parlare, perché chi vale emerge sempre e a nulla servono gli sgambetti della vita e dell'utile scrivano di turno.

Il bivio

L'azienda francese è, tuttavia, ad un bivio:

  1. crescere convincendo eventuali sponsor di peso a rimpinguare le casse aziendali (e perché no vendere quote societarie) attraverso una massiccia campagna pubblicitaria su Google in atto, come dicevamo, dalla scorsa estate;
  2. chiudere i battenti nel 2020, al termine del progetto quinquennale finanziato nel 2015 da Viverem (oggi GPS).

Informazioni tecniche sul portale:

  • Sito: Nurse24.it
  • Struttura: Izeos srl (di proprietà di Izeos France - Groupe Profession Santé)
  • Struttura organizzativa: 5 dipendenti in Italia e 60 in Francia
  • Target: Infermieri, Infermieri Pediatrici e OSS
  • Nomi di riferimento attuali: Gérard Kouchner, Nicolas Bohuon
  • Sede operativa: Rimini - Parigi

Non sarà meglio leggere italiano?

Pin It
Author: Dott.ssa Francesca RicciEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Altri servizi dell'Autore


Stampa   Email